Piacere, sensualità e sessualità

Nel suo significato più immediato e corrente il piacere è sinonimo di godimento o, più esattamente, di esaltazione dei sensi. E’ quel senso di viva soddisfazione che deriva dall’appagamento di desideri fisici estetici o spirituali, come di aspirazioni di vario genere; ed è relativo non solo al provare piacere ma anche al procurarsi piacere.

Cosa accade quando manca il piacere nelle nostre vite, di qualsiasi tipo essa sia? E in particolare quanto spazio diamo al piacere della sessualità?

Essere consapevoli di sé e della propria visione del mondo è il primo passo per poter incontrare se stessi e gli altri senza irrigidimenti né sovrastrutture soverchianti.

In questo incontro esploreremo il personale senso del piacere e dell’intimità attraverso l’analisi di alcuni aspetti socioculturali e psicologici legati al tema della sessualità.

Rintracciare valori, sentimenti, idee, miti o pregiudizi che limitano le nostre possibilità di scelta può essere un’esperienza utile per il raggiungimento di una qualità di vita migliore e maggiormente corrispondente ai propri bisogni.

SABATO 18 NOVEMBRE ore 15:30 – 19:30

CONDUCE
Vania Sessa, Psicologa Psicoterapeuta della Gestalt, formata in Gestalt Body Work, terapeuta EMDR

INFO E PRENOTAZIONI
Aurelia Lupo
gestaltstudiomt@gmail.com
347 8616299